Ospedali

“Ero nudo e mi avete vestito, malato e mi avete visitato”.

Brescia

Da oltre cento anni i Frati Minori sono presenti, vivendo all’interno del complesso nosocomiale, come Cappellani agli Spedali Civili, che contano circa 1.800 posti letto con 6.200 dipendenti. I frati e le suore della Cappellania, incontrano gli ammalati, i parenti e il personale ospedaliero, per portar loro la Parola di vita e di speranza del Vangelo.

Celebrando l’Eucaristia, la Riconciliazione e l’Unzione degli Infermi, i cappellani testimoniano quanto la forza della Parola di Dio e dei Sacramenti siano efficaci nel cammino di guarigione e di benessere di coloro che li accolgono.

Tel. 030 3995466 • spedali@fratiminori.it  

Savona

I frati della comunità di Varazze prestano servizio all’Ospedale S. Paolo di Savona assicurando la S. Messa, la visita ai malati e la liturgia per i defunti nella cappella dell’obitorio. Tutti i servizi sono svolti in comunione e con l’aiuto di volontari laici e di suore. Particolare cura è riservata alla custodia delle relazioni con il personale ospedaliero.

Tre volte alla settimana, due frati visitano anche i malati terminali presso l’Hospice “Centro Misericordia” S. M.G. Rossello in un lavoro di equipe tra le diverse competenze che permette la cura della persona nella sua totalità e unità.

Tel. 019 99 04 28 • fratiminoris.giacomo@libero.it

Vicenza

All’Ospedale “S. Bortolo” i frati minori sono presenti come cappellani da 200 anni. Attualmente sono tre frati, della comunità S. Lucia in Vicenza, impegnati tutti i giorni nel servizio agli ammalati con la vicinanza, la preghiera e i sacramenti; aiutati da un gruppo di Ministri dell’Eucarestia e alcuni volontari per l’ufficio della cappellania.

Costantemente a contatto con “la carne sofferente di Cristo”, come dice Papa Francesco degli ammalati, i frati intessono relazioni anche con il personale ospedaliero e le associazioni che si prendono cura dei degenti.

Tel. 0444 513042 • vicenza@fratiminori.it