Il Pub dei frati francescani

FriarPub2Ci sono i tavoli da falegname, i sottobicchieri verdi, un bancone realizzato con legni di recupero, le volte a botte dell’antica filanda, musica e luci colorate. Un pub come gli altri, se non fosse che dietro il banco, a spillare birra e preparare tramezzini, c’è frate Ivano, 34 anni, padovano, arrivato a Monza lo scorso anno, al Convento delle Grazie Vecchie a ridosso del Lambro e del muro di cinta del parco. È lui con lui i fratelli francescani Gianbattista, Antonio e Francesco, anche loro appena arrivati a Monza, che ha avuto l’idea di trasformare i locali dell’antica filanda del convento del 1400 nel «Friar Pub», un vero e proprio locale che apre una sera al mese e richiama centinaia di giovani tra i 20 e i 35 anni. I frati «anziani» li hanno lasciati fare e seguono ora con entusiasmo le serate dietro il bancone.
Da quando Monza è stata scelta come Centro della pastorale giovanile francescana del nord d’Italia arrivano giovani anche da fuori regione e c’è collaborazione con i centri di Torino, Bologna e Vicenza. La serata inizia con una birra: la «Keller» chiara e a bassa fermentazione per i non esperti o la «Apa» dalle note agrumate e amarognole dei luppoli americani. «Al massimo tre bicchieri a sera — spiega frate Antonio — ed è birra di qualità, pluripremiata e prodotta da un altro convento monzese, quello dei frati Barnabiti del Carrobiolo nel centro storico. E per chi non beve abbiamo anche tisane e biscotti». Per pagare si lascia un’offerta in una damigiana e il ricavato serve per abbellire il locale, acquistare un proiettore per la sala cinema, intonacare.
Pub2I ragazzi arrivano a gruppi, si siedono ai tavoli nelle due stanze del piano terra, si fermano in giardino, qualcuno sale al primo piano dove c’è una cappella con cuscini per terra. «È sempre aperta — spiega frate Ivano — per chi vuole raccogliersi in preghiera». Naturalmente non c’è nessun obbligo e tra i giovani che vengono qui ci sono anche non credenti o cattolici poco praticanti che trovano nel pub del convento un ambiente accogliente dove è facile parlare con i coetanei e fare amicizia. «Qui si respira un’atmosfera diversa — dice Paolo, 21 anni, studente di Economia di Arese — non è necessario passare da un locale all’altro perché qui si sta bene. Si conoscono persone, ci si diverte, ma ci sono anche momenti di riflessione». «Con le nostre forze e l’aiuto di un gruppo di giovani della gioventù francescana organizziamo una serata al mese su un tema diverso che non sveliamo fino all’ultimo — spiega frate Ivano — abbiamo fatto un percorso sui cinque sensi per riflettere sul gusto, sulla differenza tra sentire e ascoltare, guardare e vedere, sul tatto per entrare in relazione. Abbiamo giocato con i profumi per arrivare a parlare di noi stessi e dei ricordi».
Le serate si chiudono a mezzanotte «ma tanti giovani — spiega frate Francesco, responsabile nazionale dei giovani francescani — tornano per aiutarci nella gestione dell’ostello o della mensa dei poveri». Prossime aperture del Friar Pub il 22 per la festa di Natale, poi sono disponibili 80 posti per un fine anno diverso. «I ragazzi sono fantastici — conclude frate Ivano — ma hanno bisogno di entrare in relazione con se stessi e con gli altri. Nostro compito è quello di mettere a diposizione i luoghi perché si sentano a casa».

Rosella Redaelli - Corriere della Sera – Milano/Cronaca 2 dicembre 2017

Leggi anche questo articolo e visita la pagina Facebook

Sede legale

  • Via Guido Guinizelli, 3
    40125 - Bologna
    C.F. 01098680372
  • Rappresentante Legale:
    051 4290818
    Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • Ufficio fiscale:
    051 4290815
    Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
    Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Curia provinciale

  • Via Carlo Farini,10
    20154 - Milano
  • 02 62910587
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
© 2018 Provincia S. Antonio dei Frati Minori
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca sul pulsante più informazioni.