XII Domenica del Tempo Ordinario 

Mt 10,26-33 - Non abbiate paura di quelli che uccidono il corpo

Fraternità di Santo Stefano in Bologna 
Basilica di Santo Stefano
Via Santo Stefano, 24 

“Non abbiate paura!”



Per ben tre volte, Gesú dice: “Non abbiate paura!”. Ripetere per tre volte la stessa cosa colpisce subito la nostra attenzione e sembra volerci rivelare che il nostro cuore è abitato da queste paure! La prima paura è quella di conoscere noi stessi e di farci conoscere dagli altri così come si è: “non c’è nulla di nascosto che non sarà svelato né di segreto che non sarà conosciuto…”; la seconda paura è quella del male, della sofferenza, della malattia che rimangono senza risposta; la terza paura si lega al nostro bisogno di essere considerati, ri-conosciuti e amati… Senza dar un nome a queste paure, Gesù ci esorta a superarle! Non abbiate paura, ci dice! Ma la paura non si comanda! La si può solo vincere! …e non si vince con il coraggio, ma si supera e si vince, quando non si è da soli. Quando sappiamo o sentiamo che siamo amati, che valiamo più di due passeri, per dirla con l’espressione riportata dall’evangelista Matteo! “…nemmeno uno di essi cadrà a terra senza il Padre vostro!” Questo è l’amore di un Padre che non permette ci venga tolto neanche un capello! Questo è l’amore con cui si prende cura di noi e ci custodisce… Ecco che questo Vangelo ci “in-segna” a confidare in Lui e in Lui trovare pace! Quella pace che inconfondibilmente si “in-fonde” nel nostro cuore pieno di paure, inquietudini e insicurezze. Sperimentare questa pace è sperimentare il Suo amore. Nulla può separarci da questo amore… anche se ci allontanassimo, o dovessimo smarrirci, Lui rimarrà fedele, incondizionatamente! Un amore che non dobbiamo guadagnarci o conquistare, un amore che desidera incontrare una vita capace di viverlo! Un amore capace di spendersi per noi senza chiederci di migliorare o di cambiare noi stessi… un amore che vince le nostre difese mostrandoci fin dove anche noi possiamo spingerci ad amare. Davanti a un amore così sentiamo che possiamo cambiare, crescere e orientarci al bene. Quindi un Dio così cosa si aspetta da noi? Solo che impariamo ad amare! In qualsiasi circostanza o scelta, Lui da noi si aspetta solo che amiamo le persone, che guardiamo a loro come a fratelli o sorelle e che cerchiamo il loro bene. Che amiamo la vita e ci sforziamo di renderla più degna e umana per tutti… e in tutto questo non possiamo dimenticare che non saremo mai soli. Lui sarà sempre la presenza comprensiva di cui abbiamo bisogno, la mano forte pronta a sostenerci nella debolezza, la luce guida dei nostri cammini. Ci inviterà sempre a camminare in Lui dicendo “sì” alla vita… e al termine di questo nostro pellegrinaggio in terra, conosceremo accanto a Lui la pace, il riposo, la verità, la vita e la libertà… ecco perché non dobbiamo avere paura…

Sede legale

Curia provinciale

  • Via Carlo Farini,10
    20154 - Milano
  • 02 62910587
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
© 2018 Provincia S. Antonio dei Frati Minori
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca sul pulsante più informazioni.