I Domenica di Quaresima
Mt 4,1-11

Fra Alessandro - Fraternità di Mantova

Dal Sé al Sì!

Morti di sonno. Attraversiamo così i deserti delle nostre giornate, riempiendo il tempo di cose da fare pur di distrarci dalla consapevolezza di quel comodo dormiveglia in cui rinunciamo alla pienezza. Il Cristo,in questa prima domenica di Quaresima, ci scuote per svegliarci.

Nel DNA spirituale di Gesù il deserto occupa una parte fondamentale, perché fondante. Egli sa che nel deserto Dio ha sempre trovato terreno fertile permanifestarsi: nelle carovane esistenziali di tanti uomini e donneha permessoloro di sceglierLo per portare a compimento, nella pienezza della propria umanità, vocazioni e vite. Gesù, facendosi condurre dallo Spirito, sceglie di iniziare in questo modo il cammino che lo porterà alla pienezza. Il Signore raccoglie, in quei quaranta giorni, i suoi anninascosti: bottega, sinagoga, strada, fatiche e bellezze del crescere, da cui nessuno è risparmiato. Nemmeno il Figlio di Dio. La Buona Notizia che predicherà di lì in avanti si fondasu questa esperienza di vita: il Vangelo ha il profumo di casa, la consistenza della segatura, il sapore del pane. Gesù accoglie integralmente la sua vita per come è stata fino a quel momento. E la rilancia.

Proprio per questo, il Diavolo, il Divisore, lo tentavolendolo separare dalla sua storia!Dimostra di essere chi non sei: soddisfai tuoi bisogni, diventa il dio di te stesso, domina l’altro. Il Nemico insinua il dubbio con quell’espressione che apre un abisso: Se sei Figlio di Dio… egli vuole strappare Gesù dalla sua natura più profonda, dall’appartenenza che lo definisce, quella di Figlio. Come può Gesù essere sé stesso se dimentica il suo essere uomo?

Anche noi spesso siamo tentati qui: come possiamo vivere la pienezza se non ci riconosciamo figli?Cadendo ogni volta nella trappola del dubbio, caschiamo in crepacci esistenziali e mentali che pretendiamo di affrontare da soli, dimenticandoci della nostra appartenenza al Padre che,nei deserti quotidiani, trova comunque il modo di insegnarci amorevolmente a camminare - tenendoci per mano e non camminando al posto nostro. La Quaresima è il tempo della consapevolezza: ci aiuta ad accogliere i nostri limiti, i nostri peccati e le nostre miserie non perdendo però la speranza, quella che ha il potere di cambiare tutto, cambiando una sola vocale. Il si trasforma in ,divenendo risposta di affidamento e apertura all’opera del Padre. Allora svegliamoci e, senza voler fare tutto da soli,rispondiamo con coraggio alla tentazione:Sì, siamo figli di Dio!

Sede legale

Curia provinciale

  • Via Carlo Farini,10
    20154 - Milano
  • 02 62910587
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
© 2018 Provincia S. Antonio dei Frati Minori
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca sul pulsante più informazioni.