Battesimo del Signore
Mt 3,13-17

Fraternità San Giacomo, Varazze

Lascia fare per ora

Nel Vangelo di Matteo le prime parole che Gesù dice in forma di discorso diretto a qualcuno sono: “Lascia fare per ora”. Possiamo dunque intenderle come il primo comando e il primo compito che Gesù affida ai suoi discepoli. Lascia fare: fidati! e allo stesso tempo, lascia fare: non porre impedimento, non ostacolare chi agisce davvero!
Il Battista fa da specchio ai nostri eccessi di generosità, che talvolta nascondono un desiderio di protagonismo. Gesù, nell’iniziare la sua missione, ci mostra invece che la vita non dipende da quanto siamo capaci di fare ma dalla capacità di lasciar fare innanzitutto a Dio ma anche i nostri fratelli. E’ un insegnamento duro sia per chi pensa di potercela fare da solo, sia per quanti pensano che fare qualche cosa possa essere un modo per uscire da quel senso di inadeguatezza che talvolta abita i nostri giorni. Siamo invitati a lasciare da parte l’ansia dei risultati, delle prestazioni perché quello che conta davvero è quanto lasciamo fare a Dio e ai fratelli.
Non è facile perché spesso siamo dominati dalla tentazione del protagonismo, o dall’angoscia di non aver fatto abbastanza, e questo ci porta ad una generosità che ci logora e che ci fa diventare una presenza ingombrante nella vita degli altri.
Gesù con questo sorprendente inizio della vita pubblica ci rivela la sapienza della vita: lasciare che sia Lui a guidare, a condurre e a portare a termine ciò che le nostre povere forze sanno solo iniziare senza concludere. L’invito è quello di imparare a consegnare la propria vita nelle mani di qualcun altro. Così ha fatto Gesù dall’inizio alla fine della sua vita: ha lasciato fare il Battista, gli uomini e il Padre.
Questo “lasciar fare” che si realizza nell’incontro tra due uomini è anche un esempio di obbedienza reciproca: Gesù si sottomette all’immersione di Giovanni e Giovanni accetta di immergere Gesù. L’obbedienza, come atto libero di comunione e di reciprocità, permette il compiersi della volontà di Dio, ossia la “giustizia”. Giustizia infatti nella Bibbia è la conformità alla volontà di Dio, l'adesione al suo sapiente disegno su di noi.
È come se Gesù dicesse: “lascia fare! E scoprirai che la vita è più ricca di quella che puoi immaginare e costruire da te stesso. Lasciati plasmare e scoprirai una bellezza nuova, forse diversa da quella che hai in mente tu, ma non meno affascinante”.
Anche in questo modo Gesù ci rivela un modo nuovo di realizzare la nostra umanità, così come ha fatto Lui.

Sede legale

Curia provinciale

  • Via Carlo Farini,10
    20154 - Milano
  • 02 62910587
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
© 2018 Provincia S. Antonio dei Frati Minori
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca sul pulsante più informazioni.