Articoli

Domenica 23 Novembre 2014

XXXIII settimana del Tempo Ordinario

N. S. Gesù Cristo Re dell'Universo

S. Clemente, Papa e S. Colombano, Abate

Ez 34, 11-12.15-17
Sal 23
1Cor 15, 20-26.28
Mt 25, 31-46

Giornata di sensibilizzazione per il sostentamento del Clero


Un giorno, quello finale, mi vedrete sul trono della gloria. Ma in questi giorni terreni amo sedermi altrove, con voi, in voi: non ho forse promesso di esservi accanto tutti i giorni, sino alla fine del mondo?
Vi sono venuto incontro come pastore sollecito: che siate perduti o smarriti, malati o infermi, forti o sani, tutti vi ho cercati. Ho bussato come ospite e pellegrino alla porta di ognuno di voi, alla porta del vostro cuore, della vostra vita, per abitarvi con il Padre e lo Spirito, per guidare con la mia parola i vostri passi nelle vie della giustizia e della santità.
E pur essendo così vicino, sono talmente ben nascosto che non mi vedete, né in voi stessi, né negli altri: eppur ci sono, e vi auguro di poter ascoltare alla fine che quanto avete fatto al bisognoso l'avete fatto a me!


Dal Calendario del Patrono d'Italia 2014

Sabato 22 Novembre 2014

XXXIII settimana del Tempo Ordinario

S. Cecilia Verg. e Mart.

Ap 11, 4-12
Sal 144
Lc 20, 27-40

Milano (S. Antonio): B. Sisto Brioschi, Sac. I O. commemorazione " ad corpus"

I Vespri della seguente solennità N. S. Gesù Cristo Re dell'Universo


Avevamo udito Gesù raccontare parabole, e abbiamo cercato di imitarlo: ecco allora una storiella per mettere in ridicolo quanto si diceva a proposito di risurrezione, anche da parte dei farisei. Ma alla fine siamo rimasti tutti spiazzati: la vita futura non è semplicemente una versione migliorata di quella presente, ma radicalmente diversa, perché saremo immortali. Quanto si sarà vissuto qui di grande e di vero nell'amore sponsale, negli affetti familiari ci sarà ancora, e in pienezza, ma non più in vista di una discendenza.
Messo a tacere quindi quel dottore della Legge che sosteneva che la donna avrebbe partorito ogni giorno con gioia...E zitti anche noi sadducei, che citavamo Mosè, ma siamo stati confutati con la medesima moneta: il Dio del roveto è l'amico di patriarchi ancora viventi!


Dal Calendario del Patrono d'Italia 2014

Venerdì 21 Novembre 2014

XXXIII settimana del Tempo Ordinario

Presentazione della B.V. Maria

Messa propria, pref. della B.V. Maria
Ap 10, 8-11
Sal 119
Lc 19, 45-48

opp. Lezionario dei Santi:
Zc 2,14-17
Sal 44
Mc 3, 31-35

Giornata delle Claustrali


Non me l'aspettavo di finire così, anche se avevo un predecessore ai tempi del profeta Ezechiele: i libri vengono scritti per essere letti, non mangiati! L'invito dell'angelo a Giovanni, di prendermi e divorarmi, all'inizio mi ha sbalordito, ma poi mi ha fatto capire chi ero.
Aperto, senza sigilli, perché il mio messaggio è rivolto a tutti; piccolo, tascabile, per essere portato in ogni situazione; dolce, perché contengo parole di grazia e di consolazione, ma anche amaro perché giudico e pungo la coscienza. Trasformato in cibo perché devo essere assimilato personalmente da ciascuno, divino nutrimento che dona la vita.
Sono il libro della profezia: Giovanni mi ha mangiato per continuare a parlare nel nome del Signore, per testimoniarlo di fronte al mondo. E vi dice di fare altrettanto!


Dal Calendario del Patrono d'Italia 2014

Giovedì 20 Novembre 2014

XXXIII settimana del Tempo Ordinario

B. Samuele Marzorati, Sac. e Mart., I O.

Ap 5, 1-10
Sal 149
Lc 19, 41-44


Piangeva Gesù guardando Gerusalemme che non ha riconosciuto la sua offerta di pace e intravedendo quanto succederà in futuro.
Piangevo anch'io contemplando il libro dai sette sigilli, simbolo della storia del mondo, indecifrabile per ogni creatura, saldamente nelle mani dell'Onnipotente e nota ad Egli solo. Piangevo, rassegnato ad un amaro e cieco destino, quando una voce di speranza mi ha invitato a volgere lo sguardo a Colui che ha dato un senso a tutta l'umana vicenda.
Agnello che si è offerto vittima per amore nostro, leone che nella risurrezione ha sconfitto ogni potenza malefica, l'uomo Gesù ci rivela che colui che siede sul trono è un Padre ricco di misericordia, che affida ogni potere al Figlio per dare la vita a chi riconosce il tempo della sua visita.


Dal Calendario del Patrono d'Italia 2014

Mercoledì 19 Novembre 2014

XXXIII settimana del Tempo Ordinario

S. Agnese d'Assisi, Verg. II O.

Ap 4, 1-11
Sal 150
Lc 19, 11-28


Ho fatto del mio meglio per descrivervi quello che ho visto e inteso, ma le mie parole umane non bastano certo a comunicarvi tutto lo splendore che si cela dietro quella porta che mi si è spalancata dinanzi!
D'altra parte è per voi, per tener desta la vostra speranza, che sono stato ammesso a contemplare le meraviglie della corte celeste. Certo, è facile considerarmi un sognatore che racconta favole, poiché sono realtà inaccessibili all'umana ragione, ma se vi fidate di me, potreste cominciare ad allenarvi a quel canto perenne con il salmo che per undici volte ci ripete come e dove lodare Dio già ora.
Se poi saprete amministrare bene quanto vi è stato affidato da quel Signore che ritornerà, la vostra non sarà stata una fatica sprecata, perché quella porta celeste si aprirà anche per voi!


Dal Calendario del Patrono d'Italia 2014

 

Siti delle altre Province dei Frati Minori del Nord Italia: Frati Veneto Friuli | Frati Piemonte | Frati Trentino | Frati Emilia Romagna